Content marketing e storytelling. Facciamo chiarezza

Spesso si tende a confondere content marketing e storytelling perché sono in effetti due aspetti molto legati fra loro, eppure non sono la stessa cosa.

Lo storytelling riguarda in generale il messaggio che cerchi di trasmettere, l’atmosfera, i valori della tua azienda.

Il content marketing al contrario, è la pratica di comunicare tutto questo attraverso articoli, video, immagini ecc.

Per farla facile: lo storytelling è la mente dell’azienda, il content marketing è il braccio. Hanno bisogno l’uno dell’altro per comunicare bene.

Content marketing e storytelling in pratica

La storia della tua azienda gioca un ruolo molto importante nella percezione del valore da parte del cliente, potrebbe fare la differenza nello scegliere tra te e un competitor.

Prima di impostare una strategia di content marketing bisogna aver chiara l’identità della tua attività. Una volta delineata la storia, bisognerebbe promuovere sempre e solo messaggi in linea con i suoi valori fondanti.

Per fare un esempio banale: se cerchi di attirare le famiglie con sconti e campagne mirate, sarebbe molto sconveniente leggere in una recensione che siete stati scortesi con i bambini oppure lamentarsi dei piccoletti in prima persona sui profili social aziendali.

Una volta che si hanno ben chiari identità e messaggio, bisogna che tutti i dipendenti ne siano al corrente e sottoscrivano il tutto, altrimenti fallirai nella comunicazione del valore, ricevendo sicuramente dei feedback negativi.

Gli errori più comuni tra le aziende sui social

  • Voler sembrare amici di tutti a tutti i costi, non esprimere mai opinioni su argomenti che, anche lontanamente, possano dispiacere a qualcuno. Questo lascia le persone fredde nei nostri confronti, se non dimostriamo passione in qualcosa, non possiamo aspettarci un’audience affiatata.
  • Non interagire con commenti, richieste e/o domande.
  • Pubblicare contenuti di poco valore o irrilevanti per l’audience, rubacchiati qua e là per fare numero.
  • Essere aggressivi e/o maleducati (a meno che non faccia parte della vostra  storia e identità, vedi Cencio La Parolaccia). Capita di ricevere commenti offensivi a volte, questo non deve indurci in tentazione però. Ricorda che sei sempre tu a perderci da una reazione avventata, meglio salvare la reputazione che l’orgoglio personale.

La differenziazione dalla concorrenza è l’arma più potente che hai per fidelizzare i clienti e può essere comunicata solo attraverso il content marketing (online) e i tuoi dipendenti (dal vivo). Tieni sempre presente la tua rotta e seguila, anche durante la tempesta! Se hai bisogno di una mano sono qua.

Buona sperimentazione!

Il consiglio di Sean Connery su come promuovere un ristorante sui social!

tania gianturco
Tania Gianturco

Consulente di marketing: individuo le priorità e ottimizzo i processi per evitare sprechi di tempo e denaro.

Web copywriter freelance: scrivo testi su commissione per siti web, blog e pubblicità sui social.

Pizza lover: ogni fine settimana celebro il rito della lievitazione naturale della pizza, custodendone il segreto per le generazioni future.

Ti puo interessare anche:

i 5 terroni di slow sud

Slow Sud, una storia diversa

ragazzo anni '90 con lo stereo sulle spalle

Nostalgia marketing, cos’è e come sfruttarlo

marketing esperienziale pay with a photo

Marketing esperienziale, cos’è e come applicarlo