Come impostare una strategia pubblicitaria per i ristoranti passo per passo

Impostare una strategia pubblicitaria per i ristoranti è ormai fondamentale per sopravvivere alla crescente concorrenza e alla riduzione dei consumi da parte delle famiglie.  

In questo articolo vedremo come avere una chiara comprensione delle basi della pubblicità, identificare il proprio pubblico di destinazione e scegliere i canali giusti, unendo creatività e strategia. Iniziamo subito!

1) Conosci il tuo pubblico e il mercato di riferimento

Quando pianifichi la tua strategia pubblicitaria, è importante prima capire chi è il tuo pubblico di riferimento. Quali sono i loro dati demografici? Quali sono i loro interessi e bisogni? Conoscere queste informazioni ti aiuterà a determinare il modo migliore per raggiungerli.

Un altro fattore importante da considerare, quando si sviluppa una strategia pubblicitaria per ristoranti, è ciò che i clienti cercano quando li frequentano. Quando si fanno acquisti in attività locali infatti, spesso si hanno aspettative diverse rispetto a quando ci si rivolge alle grandi catene nazionali. Probabilmente ci si aspetterà un servizio più personalizzato, dei prodotti unici oppure supporto per la propria comunità

Ad esempio, se i clienti cercano un servizio più personalizzato, puoi evidenziarlo nei tuoi annunci con immagini o testimonianze di clienti soddisfatti. Se sono alla ricerca di prodotti unici, potresti mettere in evidenza questi prodotti nei tuoi annunci e spiegare perché non possono essere trovati nelle catene di negozi più grandi. E se vogliono sostenere la loro comunità, potresti sottolineare come la tua azienda si impegna nel sociale con donazioni, eventi o volontariato

Poi c’è il mercato, ovvero l’ambiente competitivo in cui opera un’azienda, nonché le tendenze generali del settore.

Ecco alcune domande da tenere in considerazione:

– Quali sono i principali concorrenti della zona?

– Quali prodotti o servizi offrono?

– Come pubblicizzano la loro attività?

– Quali sono le tendenze generali del settore?

– Com’è il clima economico?

Tutti questi fattori giocheranno un ruolo nel comprendere come sia meglio farsi pubblicità. Ad esempio, se ci sono molti concorrenti nella tua zona, dovrai trovare un modo per distinguerti dalla massa. Se la tendenza generale del settore si sta spostando verso le piattaforme online, dovrai assicurarti che la tua strategia pubblicitaria ne tenga conto. 

2) Identifica gli obiettivi della tua strategia pubblicitaria

È importante stabilire obiettivi pubblicitari realistici e raggiungibili per il tuo ristorante. Questo ti aiuterà a determinare il budget e le risorse necessarie per la tua campagna, oltre a misurare il successo della tua strategia pubblicitaria. Alcune cose da considerare includono:

– il numero di nuovi clienti che speri di attrarre;

– la quantità di vendite che speri di generare;

– il livello di consapevolezza del marchio (brand awareness) che speri di raggiungere;

– l’aumento delle vendite durante i periodi lenti e la promozione di eventi o promozioni speciali.

Ad esempio, se stai cercando di aumentare la brand awareness, puoi creare annunci che mettono in risalto il logo o evidenziare ciò che  rende unico il tuo ristorante (anche creando degli stand temporanei dove fai assaggiare il tuo cibo, ad esempio). Se stai cercando di attirare nuovi clienti, potresti offrire coupon o sconti nei tuoi annunci. Se sei alla ricerca di modi per incrementare le vendite durante i periodi di rallentamento, puoi indirizzare i tuoi annunci in modo specifico a quei periodi in cui l’attività è generalmente più lenta. Allineando la tua strategia pubblicitaria con gli obiettivi della tua attività, sarai in grado di creare una campagna con maggiori possibilità di successo.

Considerare il budget e le risorse disponibili per la strategia pubblicitaria

La pubblicità può essere costosa, quindi è importante considerare il budget e le risorse disponibili prima di lanciare una campagna. Determina quanto sei disposto a spendere in pubblicità, quindi cerca quali canali saranno più efficaci per raggiungere il tuo pubblico di destinazione. Se disponi di risorse limitate, considera l’utilizzo di metodi gratuiti o a basso costo come directory online (TheFork, TripAdvisor, Pagine Gialle, ecc.) o piattaforme di social media, in particolare TikTok. Su Facebook e Instagram è molto difficile ottenere risultati senza budget, ormai da un bel pezzo (si parla di minimo 200-300 euro al mese).

Comprendere i diversi tipi di pubblicità

Esistono molti tipi di pubblicità, ciascuno con i propri punti di forza e di debolezza:

– I metodi tradizionali come annunci stampati, spot televisivi o radiofonici possono essere efficaci per aumentare la brand awareness (a patto di scegliere testate, radio o TV locali), ma possono anche essere abbastanza costosi e raggiungono un pubblico generico

– I canali digitali come le directory online, il marketing sui motori di ricerca e i social media possono essere più convenienti, soprattutto perché consentono di raggiungere il tuo pubblico ideale in modo più preciso, grazie alla targetizzazione (per interesse, età, ecc.):

  • Le directory online possono aiutare i potenziali clienti che cercano ristoranti nella tua zona a trovare il tuo (vedi anche l’importanza della scheda Google). 
  • Il marketing per i motori di ricerca (SEM), ovvero la pubblicità su Google, può aiutarti a posizionare il tuo sito web più in alto nei risultati di ricerca, rendendo più probabile che i potenziali clienti lo vedano quando cercano ristoranti online. 
  • Le piattaforme di social media come Instagram e TikTok offrono l’opportunità di connettersi con potenziali clienti e costruire relazioni con loro nel tempo.

3) Crea il tuo messaggio alla base della strategia pubblicitaria

Quando crei il tuo messaggio pubblicitario, è importante evidenziare i vantaggi del tuo ristorante. Cosa rende unico il tuo ristorante? Quali sono alcuni dei vantaggi di cui i clienti possono godere scegliendo te? Rispondere a queste domande può aiutarti a creare un messaggio pubblicitario convincente ed efficace. No, non puoi rispondere materie prime di qualità, tutti lo dicono, quindi non distingue assolutamente niente.

Alcuni esempi di come puoi evidenziare i vantaggi del tuo ristorante nel tuo messaggio pubblicitario includono:

– mettere in evidenza il piatto forte del menu e il tipo di cucina;

– testimoniare (con recensioni e video) il servizio cordiale e premuroso fornito dal personale, non basta affermarlo;

– mettere in risalto l’atmosfera o l’arredamento unico della tua struttura;

– sottolineare la comoda posizione del tuo ristorante.

Progettare un messaggio convincente e coinvolgente

Dopo aver identificato i principali vantaggi del tuo ristorante, devi cercare di creare un messaggio convincente e coinvolgente che catturi l’attenzione dei potenziali clienti. Il tuo messaggio pubblicitario dovrebbe essere chiaro, conciso e di facile comprensione, oltre ad essere visivamente accattivante e memorabile. Per raggiungere questi obiettivi, è spesso utile lavorare con un copywriter professionista o un’agenzia di marketing, fondamentale per lo sviluppo del testo pubblicitario, la progettazione di elementi visivi, la scelta dei posizionamenti sui media e la pianificazione dei tempi e del budget per la campagna.

Alcuni suggerimenti per la progettazione di un messaggio pubblicitario convincente e coinvolgente includono:

– utilizzare un linguaggio forte e persuasivo che parli direttamente alle esigenze o ai desideri dei clienti;

– creare uno slogan accattivante e facile da ricordare, non cercare di essere troppo intelligente o complicato nella tua pubblicità;

– incorporare elementi visivi accattivanti, colori vivaci (possibilmente in linea con la palette del logo), immagini o video;

– usare umorismo o altri richiami emotivi per entrare in contatto con potenziali clienti a livello personale;

– essere pertinente, assicurati che la tua pubblicità sia pertinente ai prodotti o ai servizi che offri;

– raccontare una storia, i clienti rispondono bene agli annunci che raccontano una storia o trasmettono un messaggio che va oltre la semplice vendita di un prodotto o servizio. 

Rivedi il messaggio con il tuo pubblico di destinazione

Dopo aver creato il tuo messaggio pubblicitario, è importante ripensare ancora una volta al tuo pubblico di destinazione per assicurarti che sia efficace con loro, magari anche utilizzando dei sondaggi.

Nel caso in cui ci rivolgiamo a diversi gruppi di persone, ad esempio con età e background diversi, è importante segmentare l’audience in diversi gruppi, creando dei messaggi personalizzati per ognuno di questi. 

In questa pubblicità di Mondo Convenienza si parla a diverse categorie: nerd e gamer, appassionati di cucina, sportivi, ecc. La pubblicità è stata creata per essere poi spezzettata in micro pubblicità per catturare meglio l’attenzione dei diversi target. In questo modo il gamer (o l’appassionato di tecnologia) viene raggiunto solo dallo spot che rappresenta i suoi interessi, aumentandone l’efficacia. 

(Se non vedi il video qui sopra è una questione di cookies, vai sullo scudo blu in basso a sinistra e clicca su accetta tutti.)

Dopo che tutti gli elementi della campagna pubblicitaria sono stati sviluppati, è il momento di implementarla. Ciò include il lancio di annunci su varie piattaforme, la distribuzione di materiali di marketing e il monitoraggio dei risultati per tutta la durata della campagna.

4) Monitora e misura i risultati della tua strategia pubblicitaria

Vediamo alcuni strumenti utili per il monitoraggio dei risultati:

  • Google Analytics è uno strumento gratuito che fornisce informazioni dettagliate sul traffico del tuo sito web e sull’efficacia del marketing. Comprendendo come gli utenti interagiscono con il tuo sito, puoi prendere decisioni informate su dove allocare il tuo budget pubblicitario. Per iniziare, crea un account gratuito e aggiungi il codice di monitoraggio al tuo sito web. Dopo aver impostato il tuo account, puoi iniziare a monitorare le metriche chiave come visualizzazioni di pagina, visitatori unici, tasso di conversione e frequenza di rimbalzo. Puoi anche tenere traccia dei canali che indirizzano il traffico verso il tuo sito, come la ricerca organica, la ricerca a pagamento o i social media. Per ottenere il massimo da Google Analytics, assicurati di impostare obiettivi in modo da poter misurare i progressi verso obiettivi specifici.
  • Per quanto riguarda le piattaforme social, ognuna possiede degli strumenti al proprio interno per analizzare i dati delle varie campagne e dei singoli annunci, con la possibilità di iniziare con una fase di a/b test che in seguito ci permetterà di scegliere l’annuncio che performa meglio, scartando il resto.
  • Se invece parliamo di passaparola o pubblicità tradizionale (TV, radio e cartelloni) diventa quasi impossibile misurare i risultati. Un opzione potrebbe essere un questionario a risposta multipla, chiedendo ai clienti come sono venuti a conoscenza del ristorante.
  • Oltre a misurare dati concreti come il traffico del sito Web e il tasso di conversione, è anche importante tenere traccia del feedback dei clienti. Questo può essere fatto attraverso recensioni online, sondaggi o (banalmente) i commenti sotto ai nostri post. Comprendendo cosa pensano i clienti del tuo ristorante, puoi apportare le modifiche necessarie per migliorare l’esperienza del cliente.
  •  

    Dopo aver raccolto i dati dagli strumenti di analisi e dai sondaggi sul feedback dei clienti, è il momento di apportare modifiche e miglioramenti alla tua strategia pubblicitaria. Se non vedi i risultati desiderati, non aver paura di sperimentare canali o messaggi diversi finché non trovi qualcosa che funzioni per la tua attività.

     

    Alcune delle metriche più importanti

    Quando si misura il successo di una campagna pubblicitaria, ci sono diverse metriche chiave che le aziende dovrebbero prendere in considerazione, tra cui:

    • Traffico del sito Web: prendendo nota dei cambiamenti nel traffico del sito Web, si può valutare se la campagna pubblicitaria ha avuto un effetto sui potenziali clienti interessati a saperne di più su ciò che il ristorante offre.
    • Lead generati: un aumento dei lead è spesso indicativo di una campagna di grande impatto, in quanto significa che i potenziali clienti ne hanno preso nota e hanno fornito le loro informazioni di contatto. Un lead è, ad esempio, chi chiede un preventivo o mostra interesse in qualche modo, senza ancora acquistare (poco frequente nel caso di un ristorante).
    • Vendite: spesso ciò che interessa alle aziende, quando si esegue una campagna di marketing, sono le vendite. Per un ristorante spesso coincide con la prenotazione del tavolo, a meno che non offriate acquisti in app o sul sito (e-commerce o consegne a domicilio).
    • ROI: fondamentale per assicurarsi di ottenere un ritorno sull’investimento positivo dalle campagne pubblicitarie. Questa metrica tiene conto di tutte le spese relative alla campagna, inclusi anche i soldi spesi per la creazione, il posizionamento e la gestione, nonché eventuali promozioni offerte come parte della campagna (sconti, spedizione gratuita, ecc.). Confrontando la spesa totale rispetto alle entrate totali generate dalla pubblicità, si avranno informazioni preziose sull’efficacia della strategia pubblicitaria.

Ricapitolando: prima di tutto bisogna guardare al pubblico di riferimento e al mercato, in seguito si definiranno gli obiettivi e il messaggio e infine bisognerà monitorare i risultati, valutando se e quando apportare delle modifiche.


Spero davvero che questo articolo ti aiuti ad impostare una strategia pubblicitaria più consapevole, per qualsiasi domanda o dubbio sai dove trovarmi.

Buona sperimentazione!

tania gianturco
Tania Gianturco

Consulente di marketing: individuo le priorità e ottimizzo i processi per evitare sprechi di tempo e denaro.

Web copywriter freelance: scrivo testi su commissione per siti web, blog e pubblicità sui social.

Pizza lover: ogni fine settimana celebro il rito della lievitazione naturale della pizza, custodendone il segreto per le generazioni future.

Ti puo interessare anche:

Il menu digitale ci porta nel futuro come la DeLorean di McFly

La nuova DeLorean è arrivata in Italia, il Menu digitale ci porta nel futuro

cosa non fare sui social errori da evitare

Cosa non fare sui social (aka i 6 errori da evitare)

postare contemporaneamente su FB e IG

Postare contemporanemente su FB e IG: perchè farlo ti danneggia